In Calabria la fiera del libro Mediterraneo 'Verso Sud'

27-07-2010 14:33

Da sabato 24 luglio fino al 22 agosto, nella cornice del Palazzo Rinascimentale di Aieta, si terrà la prima edizione della Fiera del libro del Mediterraneo 'Verso Sud'. Un calendario ricco di incontri e confronti, all'insegna della passione per la lettura, e un'occasione unica per uno sguardo sull'editoria centro-meridionale. Alcuni numeri: 100 case editrici, i cui libri verranno esposti nei due piani del Palazzo, e 30 serate di incontri con oltre 50 autori. "La risposta entusiasta, tanto delle case editrici - è scritto in una nota - quanto degli autori, a questa prima edizione di "Verso Sud" è già motivo di soddisfazione per gli organizzatori, e rappresenta un ottimo auspicio per il futuro della manifestazione. L'incontro, in un percorso culturale partecipato, è il vero obiettivo degli eventi in calendario. Perché, se è vero che gli Autori sono i soggetti che vengono a raccontare qualcosa di se stessi e dei loro libri, il desiderio è quello di riuscire a creare una sintesi dialogica, in cui il Palazzo, il territorio ed i suoi ospiti siano parte attiva del confronto". Percorsi tematici che caratterizzeranno gli incontri con gli autori nel corso delle trenta serate, sono molteplici: il Mezzogiorno innanzitutto, con opere di saggistica quali Domani a mezzogiorno, di Gianni Pittella, vicepresidente del Parlamento europeo, e Più lavoro, più talenti. Giovani, donne, Sud. Le risposte alla crisi, di Gianfranco Viesti, assessore alla cultura nella giunta di Vendola. Cambiando la prospettiva, l'approccio e lo stile, avremo alcuni autori che del Mezzogiorno provano a cogliere certe angolature particolari, portando quelle tematiche su un terreno più schiettamente letterario: così Ius Sanguinis di Paola Bottero, giornalista ed esperta di comunicazione, La rivolta delle pulci di Damiano Guagliardi, già assessore regionale; l'anteprima di Stalale 18 del giornalista e antropologo Mauro Minervino ; lo sguardo lanciato all'estero ma sempre partendo dal nostro territorio, con Storie di migranti nelle altre Americhe di Vittorio Cappelli, storico. Non mancheranno momenti dedicati al giornalismo d'inchiesta: Terre profanate. Viaggio al cuore della mafia, di David Lane, corrispondente dall'Italia per L'Economist; Cocaina S.p.A., di V.R. Spagnolo, giornalista di Avvenire; Malitalia di Laura Aprati, giornalista e autrice televisiva; Mai ci fu pietà. La ban da della Magliana dal 1977 ad oggi di Angela Camuso, giornalista de L'Unità; Ladymen. Una donna racconta le trans, di Isabella Marchiolo. Dall'inchiesta alle politiche di genere, con Care ragazze, di Vittoria Franco, senatrice e studiosa delle pari opportunità; e Nove dimissioni e mezzo. La guerra privata di una giornalista ribelle, di Adele Cambria, giornalista, già con Pannunzio a Il Mondo e a L'espresso. Infine, alcune serate tematiche: Il Premio Tropea e i suoi Autori, curata da Maria Faragò, anima organizzativa del premio; Itinerari del Pollino e Le minoranze linguistiche e la cultura Arbresh, a cura della casa editrice Il Coscile; Afriche in movimento, a cura di Vincenzo Russo, docente di Letteratura portoghese; La voce naturale di K. Linklater, con il regista Alessandro Fabrizi ed un gruppo di attori; Nu cuntu, di Antonio Tallura, attore televisivo e teatrale.




Telereggio S.r.l.
© Tutti i diritti riservati
P.Iva: 00250830809