Reggina solo un pari, arbitraggio scandaloso

17-11-2012 19:48

La buona notizia è che la Reggina per la prima volta in questa stagione ha messo uno dietro l'altro tre risultati utili consecutivi, quella meno buona è che il pareggio interno con la Ternana ha riportato gli amaranto nuovamente in zona pericolo, visto che nella stessa giornata alcune delle dirette concorrenti son riuscite a fare bottino pieno. Diciamo subito che non è stata una bella partita, forse la Reggina meno brillante dell'ultimo periodo, è giusto dire, però, che non è facile capire quanto il comportamento della squadra in campo sia stato condizionato, ancora una volta, da un arbitraggio pessimo. Dopo Manganiello arriva tale Mariani di Aprilia e ne combina di peggiori. Nel contesto di una gara assolutamente tranquilla ed equilibrata, dopo una buona giocata di Nolè e la conclusione a lato di Sarno, il fischietto romano inventa un cartellino rosso ai danni di Ely che ha lasciato di stucco anche gli ospiti. Non c'è neppure bisogno del conforto delle immagini per capire che la topica è di quelle gigantesche. Dionigi dice qualcosa rivedendo in qualche modo situazioni molti simili a quelle di appena quindici giorni addietro e sotto indicazione del quarto uomo viene invitato ad accomodarsi fuori. Danno e beffa. La partita, quindi, di Ely dura 13 minuti, quanto quella di Fischnaller che gioco forza lascia il posto a Di Bari. Pochissime le emozioni della prima frazione, la compagine dell'ex Toscano non riesce ad incidere nonostante la superiorità numerica. Quest'ultima azzerata dallo stesso Mariani che nel frattempo aveva ammonito Nolè per simulazione ed allo stesso estrae alla mezz'ora il secondo giallo per un tocco di mano. La decisione a tutti appare come una compensazione al gravissimo errore precedente. Tant'è e così le due squadre si ritrovano nuovamente in parità di uomini. C'è più vivacità nel secondo tempo. Botta, il più piccolo, approfitta di una incertezza di Baiocco, stacca di testa e manda di poco fuori. All'undicesimo gran bordata di Vitale che l'estremo difensore amaranto respinge, al minuto 15 Ciofani sfiora clamorosamente l'autogol. Mentre le squadre giocano, dalla sud, oggi più nutrita in fatto di presenze e calore, si solleva uno striscione bellissimo all'indirizzo del reggino Toscano, allenatore della Ternana. Un coro, i brividi e l'emozione fortissima per l'ex esterno amaranto. In mezzo ad una partita con pochissimi spunti tecnici, al ventesimo la rete di Maniero entrato da poco che su angolo gira indisturbato e supera Baiocco. Si registra intanto l'ingresso di Alessio Viola ed il ritorno in campo di Campagnacci, applauditissimo dai tifosi presenti al Granillo. Poco dopo la mezz'ora è sempre Maniero, ben servito da Alfageme a sparare a botta sicura ma il portiere reggino riesce a parare. A due minuti dal quarantesimo il gol del pareggio. Micidiale e spietato ancora una volta Alessio Viola. Raccoglie da rimpallo e piazza la palle alle spalle di Ambrosi. Impressionante la capacità di questo giocatore nell'ottimizzare al massimo le poche chanche fino al momento concessegli dal tecnico Dionigi. Il pareggio appare il risultato più giusto, anche se la Reggina prova la clamorosa vittoria. Ci prova solo una volta con Barillà dalla lunga distanza, ma rischia pericolosamente su conclusione di Alfageme di pochissimo a lato. Finisce 1-1. Sabato prossimo impegno proibitivo degli amaranto sul campo della capolista Sassuolo dell'ex Missiroli, con la speranza che in quella occasione ad essere decisivi non siano gli arbitri.




Telereggio S.r.l.
© Tutti i diritti riservati
P.Iva: 00250830809