Il Pdl fa quadrato attorno a Scopelliti

20-10-2011 09:18

L’avviso di garanzia al Governatore Giuseppe Scopelliti, in concomitanza alla relazione degli ispettori ministeriali sui conti del comune di Reggio, crea una situazione difficile all’interno del Popolo della libertà. Il tutto è aggravato del fatto che questi  avvenimenti coincidono con una fase di riorganizzazione del partito calabrese: congressi provinciali da organizzare, tesseramento, e il nodo della guida regionale del partito. La mozione legata all’elezione di Angelino Alfano alla guida nazionale del Pdl prevede l’incompatibilità tra i ruoli di governatore e coordinatore del partito: secondo alcuni questo potrebbe portare lo stesso Alfano a nominare un commissario di garanzia fino al congresso regionale.
Oltre che a livello tecnico poi, la situazione è particolare dal punto di vista politico elettorale: Scopelliti ha ottenuto un’importante vittoria alla Regione facendosi forte della volontà di esportare a Palazzo Campanella il cosiddetto modello Reggio, esempio di buona amministrazione: modello ora sotto la lente della stampa nazionale dopo la pesante relazione ministeriale.
Il tutto spinge il partito a fare quadrato: è Scopelliti stesso a comunicare alla stampa la notifica dell’avviso di garanzia. E da lì parte all’istante la corsa alla solidarietà da esprimere al Governatore: esponenti regionali, dalla vicepresidente Stasi agli assessori Gentile e Tallini, Mario Caligiuri e Michele Trematerra che parlano di atti dovuti che non metteranno in crisi la serenità del Governo regionale, Salvatore Magarò, presidente della commissione contro la ‘ndrangheta, che esprime piena fiducia.
E poi la solidarietà nazionale: Il capogruppo del Pdl al senato Maurizio Gasparri definisce Scopelliti come un esempio di legalità e sviluppo. Il Ministro La Russa esprime solidarietà e ricorda la forte popolarità del Governatore, sempre in testa ai sondaggi di gradimento. Sulla stessa linea il ministro Giorgia Meloni.
E anche fuori dall’ex gruppo di An non mancano gli attestati di stima: dal Ministro ed ex dc Gianfranco Rotondi, che definisce Scopelliti persona per bene e politico corretto, al capogruppo Pdl alla Camera Cicchitto.
Una corsa a fare quadrato attorno a Scopelliti che conferma l’idea diffusa che non si stia difendendo semplicemente un esponente del Pdl, ma uno dei massimi rappresentati della nuova generazione su cui si punta per il dopo Berlusconi.




Telereggio S.r.l.
© Tutti i diritti riservati
P.Iva: 00250830809