Rifiuti radioattivi, Trematerra: "Istitituire commissione speciale"

08-09-2009 15:39

"Chiedo al Presidente Bova di istituire subito una commissione d'inchiesta sulla presenza di uranio radioattivo nella zona del basso Tirreno Cosentino poiché si registra una psicosi allarmante che necessita di risposte concrete". Lo afferma in una nota il capogruppo dell'Udc in Consiglio regionale, Michele Trematerra. "L'Arpacal - aggiunge - sta effettuando i monitoraggi e la Procura della Repubblica di Paola ha avviato un'indagine rigorosa tesa ad accertare la presenza delle scorie radioattive e la loro origine. E' presumibile che tutto parta dalla ormai nota e triste vicenda delle navi Jolly Rosso arenatesi a largo di Amantea negli anni '90 per accordi criminali che, evidentemente, coinvolsero anche responsabilita' politiche locali. C'é la necessità di individuare le responsabilità politiche e istituzionali e di assicurare entro tre mesi, alla cittadinanza amministrata la verità, anche attraverso gli organismi legislativi della Regione". "Spero che il Presidente Bova - conclude Trematerra - voglia aderire subito ad una domanda di trasparenza che interpreta le ansie e i diritti di conoscenza delle popolazioni interessate".




Telereggio S.r.l.
© Tutti i diritti riservati
P.Iva: 00250830809